top of page

La scatola couture di Fendi

"Pensavo al futurismo di Karl Lagerfeld con FENDI", afferma Kim Jones, Direttore Artistico Couture e Donna di FENDI. "Nella collezione c'è un umanesimo al centro di questo futuro; c'è il corpo, la silhouette all'interno della silhouette, la persona e il lavoro manuale della couture. La collezione parla di struttura e decorazione, dove le due cose diventano indivisibili. Volevo un'idea di precisione e di emozione allo stesso tempo".



Il dialogo tra poesia e realtà continua nella FENDI Couture di questa stagione. Rifuggendo dal costume e abbracciando il pragmatismo, è un amalgama realizzato senza soluzione di continuità dalle supreme abilità degli artigiani degli atelier FENDI: dalle ricamatrici ai sarti, dai modellisti ai pellettieri, dai sarti ai pellicciai. L'approccio di FENDI alla persona che indossa la couture è quello di riaffermare la sua umanità; è sempre "qualcuno" piuttosto che "qualcosa".



Dalla semplicità della geometria al fascino primordiale del coccodrillo, un "futurismo umano" attraversa la collezione, unendo le costanti del passato per creare il presente e il futuro. Qui la struttura diventa decorazione e la decorazione struttura.

Partendo da una nuova silhouette "Scatola", e finendo con la stessa, il taglio geometrico di precisione nel flou crea nuovi volumi con leggerezza e struttura in tessuti come il gazar di seta. Mentre il tailleur segue la forma del corpo femminile attraverso un taglio rigoroso, abbracciando ergonomicamente chi lo indossa in tessuti sartoriali tradizionalmente maschili come il mohair super kid. Realizzati con i migliori filati di cashmere e vicuna, gli abiti a costine elevate si avvolgono elegantemente con imbracature "Shibari" annodate, parte integrante della silhouette. Ogni approccio ottimizza la leggerezza, la sinuosità e il movimento, ricavati dalla disciplina della danza.

Ma è forse nella pletora di ricami intensamente lavorati che la decorazione e la struttura si intrecciano veramente nella collezione e appaiono quasi come una pelle futura. Nel momento più sorprendente, nei ricami si verifica un'unione del DNA del mondo naturale e di quello artificiale.

In passerella vengono presentate anche le borse Baguette FENDI Gems, con un'intensa lavorazione artigianale e materiali preziosi. La sfilata presenta una borsa Mini Baguette con hardware realizzato in oro bianco 18 carati e fibbia tempestata di diamanti bianchi e foglia di platino applicata al coccodrillo.


댓글


bottom of page