top of page

L'eleganza del tailleur-jupe in chiave Saint Laurent

Invece di scegliere un'incarnazione specifica della donna Saint Laurent, per la collezione inverno 2023, Anthony Vaccarello ha distillato l'essenza del classico stile Saint Laurent - un potente mix di precisione, emozione e reticenza - combinandola con i suoi codici, con una forma riconfigurata che riflette il momento attuale su un'estetica familiare: il tailleur-jupe.

La precisione può essere trovata nella linea affilata delle spalle di un nuovo blazer audace. La giacca strutturata, iconico simbolo della Maison, è giustapposta a uno strato fluido di stoffa, una sciarpa caratteristica che può fondersi con il fiocco di una camicetta o estendersi come una stola.

L'emozione è presente nell'effettiva dissoluzione dell'esclusività di genere, poiché capi classici come il blazer stesso, ma anche un bomber di pelle o una canotta dal taglio deciso, sono perfettamente incorporati nel guardaroba di una donna. Allo stesso modo, i motivi tradizionalmente associati alla sartoria maschile – gessati, tartan e glen plaid – assumono una femminilità attuale, grazie a una leggerezza sorprendente.

La reticenza è evidente nell'alternarsi di trasparenze e opachi, emanati da capi ricorrenti in chiffon, crepe-de-chine e mousseline, oltre che da calze velate. La donna Saint Laurent espone il suo corpo quando lei lo desidera e lo cela se ne ha voglia.

Messi insieme, questi elementi creano la silhouette chiave, composta da spalline over abbinate a gonne a tubino. Un look senza tempo che acquista un nuovo significato reso attraverso la lente di dettagli raffinati, una materialità lussuosa e un approccio essenziale che spoglia via l'ornamento superfluo per trasporre al presente una classica divisa Saint Laurent. In una vena di moderna disinvoltura, i look da sera sono ancorati a pantaloni slim in cashmere.

Il set dello show si ispira alla sala da ballo dell'Intercontinental Hotel, dove il marchio ha presentato tutte le sue collezioni Haute Couture tra il 1975 e il 2001. Rendendo il riferimento di nuovo rilevante, Vaccarello ha ripreso i simboli di quel periodo opulento: straordinari lampadari in bronzo e una passerella dalla forma unica – e li ha inseriti in un'ambientazione black-box radicalmente contemporanea.












Commenti


bottom of page