top of page

Il talk dedicato alle Risorse Umane by Camera Moda

Si chiama - Keep Up With People Development - il talk organizzato da Camera Nazionale della Moda italiana, ed è già alla sua seconda edizione!

Si è tenuto lunedì 17 luglio, presso palazzo Giureconsulti, il talk sui temi di Human Resources, rivolto ai soci di CNMI e aperto a un centinaio di studenti dei master del Milano Fashion Institute. Il convegno, organizzato in chiusura della settimana dedicata ai Career Days, è stato utile agli studenti hanno sostenuto colloqui con aziende del settore moda per trovare uno stage che completi la loro attività formativa.


Con questa giornata Camera Nazionale della Moda Italiana ha voluto porre l’attenzione sui temi che interessano l’ambito delle risorse umane con particolare attenzione allo sviluppo del capitale umano, una leva strategica che sta acquisendo sempre più importanza per le aziende del settore. Riconoscendo la rilevanza e l’importanza delle tematiche legate alle risorse umane, CNMI ha creato nel 2017 il primo tavolo di lavoro dedicato alle risorse umane, uno spa- zio di confronto in cui indagare le nuove tendenze e visioni dell’ambito.


Il tavolo è nato con l’intento di creare occasioni di confronto professionale al fine di innovare il sistema. Gli obiettivi del tavolo di lavoro sono: education, communication e storytelling, lobbying, diversity, equity e inclusion. Il talk è stato moderato da Elisa Pervinca Bellini, Fashion News & Sustainability Editor Vogue Italia e ha visto la partecipazione di Marina Facchini, Global HR Director, Regions & Commercial Channels Dolce&Gabbana, Giuseppe Grossi, Global Head of Talent Ac- quisition & Employer Branding GUCCI, Rina Tollio, Talent Acquisition Manager for Creative Roles OTB group, Emanuele Barberis, Partner Chiomenti, Responsabile Practice Employment Advisory e Litigation, Massimo Di Vera, Organizational & Human Resour- ces Consultant Eupragma, Silvia Lazzaris, Multimedia Reporter and Author Will Media, Andrea De Santis, Associate Partner McKinsey & Company. L’incontro si è composto di tre momenti, ciascuno dedicato a un tema specifico:

  • Presenting an insight by McKinsey & Company dal titolo Back to Human: a vision to the future of human resources.

  • Understanding the system and future scenarios.

  • Leading change by nurturing talents.

I temi principali affrontati durante il talk hanno riguardato il ripensamento dell’orga- nizzazione aziendale e della leadership attraverso tematiche di people development e people management. Inoltre, si è parlato dei diversi percorsi di crescita all’interno delle aziende, favoriti da attività di performance management, engagement ed em- ployee experience grazie ad attività di up-re-cross skilling, concentrandosi sulle soft e hard skills. Infine, di come costruire un’organizzazione sana attraverso l’implementa- zione di progetti e la promozione di valori di Diversity, Equity and Inclusion per svilup- pare una cultura aziendale al passo con i tempi. L’incontro ha messo in luce alcuni dati di scenario di ricerche interessanti che evidenzia- no le sfide, le priorità e i principali temi delle Human Resources oggi.


Secondo la Gartner HR Priorities Survey 2023, il 60% degli HR leaders a livello internazionale identifica come priorità: Leader and Manager Effectiveness (60%), Organizational Design and Change Management (53%, 5% in più rispetto al 2022), Employee Experience (47%, 19% in più rispetto al 2021), Recruiting (46%), Future of Work (42%).


Sono state inoltre approfondite le nuove prospettive del lavoro emerse dalla ricerca Future of Work Trends in 2023 di Gartner che ha evidenziato nove trend: “quiet” hiring per trovare nuovi talenti, Hybrid flexibility per le front lines, alleviare la pressione sui manager, cercare candidati non tradizionali, porre attenzione alla salute mentale, portare avanti i temi DEI, affrontare la questione della privacy dei dati dei dipendenti, ridurre i bias negli algoritmi dedicati al recruiting, affrontare i gap legati alle soft skills della Gen Z.

“L’incontro di oggi rappresenta un’occasione importante per porre al centro le persone. Lavoratrici e lavoratori della nostra industria che rendono possi- bile generare il valore che la moda italiana rappresenta. Camera Nazionale della Moda Italiana da anni organizza il Tavolo di lavoro HR&Education, di cui fanno parte i nostri soci, per discutere dei temi attuali legati alle risorse uma- ne. Questo è diventato uno dei pillar su cui l’Associazione basa la propria strategia, volta a generare un impatto positivo. È fondamentale che si continui a porre una sempre maggiore attenzione verso le persone e il loro lavoro, attraverso la ricerca e il confronto, per promuove l’innovazione”, commenta Carlo Capasa, Presidente Camera Nazionale della Moda Italiana.

“La giornata di oggi rappresenta un momento di grande importanza, poiché si conclude una settimana interamente dedicata al career management dei nostri studenti, nonché il più grande Career Event in Europa esclusivamente dedicato alla Moda”, spiega Nicola Guerini, Direttore Generale del Milano Fashion Institute.


"Quest’anno, abbiamo accolto nel nostro campus più di 70 aziende del settore moda e lusso, con oltre 90 workstation. I nostri studenti hanno svolto oltre 1.400 colloqui con le aziende più importanti del panorama europeo, alcune delle quali si sono trasferite appositamente a Milano per questa occasione. Siamo entusiasti di celebrare questo evento dedicato alla crescita dei giovani e al loro futuro, rafforzando ulteriormente il legame tra la formazione e il mondo imprenditoriale.” “Negli ultimi decenni, i responsabili delle risorse umane si sono impegnati forzatamente a migliorare l’efficienza dei costi applicando l’analisi dei dati e Big Data agli attuali modelli operativi HR. Persino nelle aree HR tradizio- nalmente permeate di significato e importanza culturale, come ad esem- pio il reclutamento, l’apprendimento e lo sviluppo, l’accento è sempre stato posto sulla produttività e su come misurarla. Per i responsabili delle risorse umane (CHRO), ora si tratta di capire se i processi hanno sostituito la crea- tività e l’innovazione necessarie ad attrarre e sviluppare il talento, gestire e ricompensare le performance e ottimizzare la strategia della forza lavoro. Il desiderio di politiche più incentrate sulle persone è emerso molto chiaramente laddove la maggioranza dei CHRO ha dichiarato che desiderava fortemente passare ad un modello “back to human” grazie a due aree di lavoro principali: ruolo HR: Dai processi alle persone e HR come role model”, afferma Andrea De Santis, Associate Partner McKinsey & Company.

Comments


bottom of page