top of page

I ricordi di Venezia per Uma Wang nella Primavera Estate 2024

Una collezione SS24 che esplora la giocosità e il decadimento, con il linguaggio riduzionista che Uma Wang rappresenta. Volumi che si piegano, sporgono, si accumulano.

Che ricordi rimangono di Venezia una volta lasciata la Serenissima?

I contorni delle architetture.

I colori fatiscenti delle pareti, gli affreschi e i dipinti all'interno degli edifici.

Un odore pungente di acqua di laguna.

E una certa giocosità, una sensazione di frivolezza e spensieratezza' di Angelo Flaccavento.

Superfici della carta da parati lavate e colorate. Accenni di pizzo e seta jacquard utilizzati al rovescio. Sacchi e carta vintage, tagliati in forme flessibili.

Ogni capo è pensato per interagire à minuetto con chi lo indossa: lacci e fili permettono di unire il flusso sopra e intorno al corpo; spacchi e tagli annodati e piegati in molteplici modi; lo stesso vale per nastri e cravatte. Anche i tricorni decostruiti possono essere modellati come si vuole.


Comments


bottom of page