Charity Christmas: quando la beneficenza va... di moda!

December 20, 2016

L’accademia del lusso di Roma in collaborazione con Unlace e Valentina Guidi presenta il Charity Christmas: quando la beneficenza va...di moda!

 

 

Lunedì 12 dicembre. Una giornata soleggiata illumina Roma e le grandi stanze di un edificio dove, per chi ama davvero la moda, i sogni possono iniziare a prendere forma.

L’Accademia del lusso, che oggi ospita un evento molto speciale, è pronta e adornata per ospitare il suo secondo Christmas charity party.

 

 

Grandi manichini decorati da stoffe e lucette, tese a formare abiti natalizi da sogno, ci accolgono al nostro ingresso. Tante sono le persone presenti, accorse con un solo intento: fare del bene.

 

 

Questo evento, curato  dalla splendida Barbara Molinario, ha infatti come suo fine ultimo, oltre all’intrattenimemto di tutti gli ospiti presenti, quello di aiutare "Impresa da bambini" che come si racconta Laura Gramigna, direttrice dell’accademia “si occupa dell’assistenza socio sanitaria e dell’istruzione a favore di bambini e ragazzi in condizione di svantaggio fisico psichico e sociale.”

A collaborare per l’ottima riuscita di questo evento sono stati chiamati  marchi emergenti e artigianali come Unlace e Valentina Guidi che hanno messo a disposizione di tutti gli invitati scarpe di campionario, accessori e borse il pregiato pellame tutto ad un prezzo agevolato. Parte del ricavato sarà in brevissimo tempo messo a disposizione dei bambini a cui il  progetto "adotta una scuola" si rivolge.

Unlace è una giovane start up creata da Federico della Rocca con la volontà di immettere sul mercato nazionale scarpe alla moda e Made in Italy in tutte le sue componenti. L’alto standard qualitativo ha permesso a questa  piccola azienda di crescere ed evolversi  fino alla recente apertura di un maxi Store nella centralissima via Nazionale a Roma.

È forte l’apprezzamento da parte del pubblico femminile presente che riesce a trovare in una sola occasione scarpe  multitasking a un prezzo davvero competitivo. Vanno decisamente a ruba anche le borse e accessori rigorosamente  artigianali di Valentina Guidi,  giovane designer romana (della nascita). Con lei ho avuto modo di intessere un interessante discorso per conoscere meglio tutte le fasi della sua lunga e ricca  carriera. Amante del bello, lei lo ricerca costantemente in ogni sua manifestazione possibile.

 

 

“Valentina, a chi o a che cosa devi la nascita della tua passione per il bello che ancora oggi coltivi e sperimenti  nelle tue creazioni?”

“Senza dubbio alla mia famiglia costituita da storici antiquari che mi hanno sempre portato a ricercare la bellezza. Girando  poi per i mercatini  delle pulci in Italia e all’estero mi sono appassionata sempre di più alle  forme e ai dettagli della moda del passato. Ho deciso per questo subito dopo il diploma allo IED di staccarmi dall’azienda di famiglia per intraprendere un percorso lavorativo individuale che mi ha portato fino ad oggi dove sono presente qui con le creazioni che portano il mio nome” e ancora, ci tiene a precisarlo “ogni borsa è un pezzo unico per me, potrò anche ripetere lo stesso modello di borsa ma non riutilizzerò mai lo stesso pellame così da lasciare alle mie clienti qualcosa di mio che appartiene solo ad ognuna  di loro e non una di loro in maniera unica”.

 

 

Per me è giunto il momento di andare via, felice di immaginare il volto di tutti bambini che grazie a questa piacevolissima giornata riceveranno sempre più la possibilità di creare un futuro migliore perché è proprio il futuro che appartiene a tutti loro e a chi sa ancora guardare il mondo tramite gli occhi di un bambino.

Un grazie particolare a tutta l’Accademia del Lusso di Roma presente sopratutto nella figura della Sua direttrice.

 

 

A Barbara Molinario, il giornale “Fashion news magazine” e il Blog “Le stanze della moda “ (media partner dell’evento).

Ancora grazie a Valentina Guidi (valentinaguidibags.com)  e Unlace (www.unlace.it

Un immenso in bocca al lupo per le sue meravigliose attività a “Impresa da Bambini" (www.impresadabambini.it).

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Follow this "JUST IN"